I corti finalisti 2020

Sezione diritti umani

Ape regina di Nicola Sorcinelli
Elsa ha settant’anni e cinque arnie vuote. Le api se ne sono andate come suo marito, a cui non perdona di essere morto prima di lei. Solo una nuova ape regina, se accettata, potrebbe far ritornare le api. Una mattina trova nascosto nella rimessa Amin, un ragazzo di sedici anni scappato da un centro per immigrati. La polizia lo sta cercando, e lui vuole raggiungere la Finlandia. Elsa decide di dargli ospitalità in cambio di aiuto con le sue arnie, fino a quando dovrà lasciare andare anche lui.

A livella de’ creature di Angelo e Pierfrancesco Barruto

A Castel Volturno la maestra Elvira assegna ai bambini del corso di teatro la poesia ‘a livella di Antonio De Curtis in arte Totò. Zaira, una bambina di origini africane, ambisce al ruolo del marchese, ma la maestra trova più logico assegnarla ad una bambina bianca. Saranno le due piccole amiche a trovare il modo di mettere in scena il vero significato della poesia, dimostrando che le differenze si superano con un semplice cambiamento di prospettiva.

Until the last drop  di Tim Webster

In una terra occupata dove l’acqua è un privilegio, due agricoltori che lavorano la stessa terra affrontano opportunità sempre più diseguali. La Cisgiordania ospita da generazioni comunità palestinesi come Al Hadidiya. Da quando lo ha occupato nel 1967, Israele ha reso sempre più difficile per comunità come Al Haddidya accedere, mantenere e possedere i sistemi idrici. La carenza d’acqua ha un impatto critico sull’agricoltura, l’allevamento e le famiglie, mentre l’abbondanza di acqua consente alle famiglie e alle imprese di prosperare negli insediamenti illegali.

SEZIONE TEMA LIBERO

APOLLO 18 di Marco Renda

Il viaggio raccontato come dramma e sogno. Due punti di vista che convergono in un suggestivo e surreale incontro. 

SALSE COLLECTION di Francesco Barozzi

Miro è un pensionato che fatica ad arrivare a fine mese, al punto che il suo padrone di casa minaccia di sfrattarlo. Lavora come volontario alla Riserva Naturale delle Salse di Nirano, insieme a Vasile, lo stagista moldavo, e a Bruno, il minaccioso custode. Nel parco naturale iniziano a comparire degli strani buchi nel fango di cui nessuno riesce a dare una spiegazione. Una notte, per puro caso, Miro si imbatte nel responsabile di questo mistero. Da questo momento, la sua quotidianità subisce una svolta imprevista, proiettandolo in un’avventura piena di comicità e colpi di scena.

BIAGIO di Matteo Tiberia
Biagio, il simpatico pupazzo rosso di un programma per bambini, presenta al pubblico il suo progetto più ambizioso: un film d’autore duro e drammatico sulla tossicodipendenza e la vita nelle periferie. 

SEZIONE AMBIENTE E TERRITORIO

A murrà di Diego Manfredini

Febo di Roberto Scaravilli

In un presente (dis)connesso e chiassoso, dove la voce della natura sembra affogare nel cemento fino a ridursi ad un’eco lontana, Febo cerca rifugio. Come in un sogno. O in un mito antico.

Deshdentau – L’ultimo tabarkino di Andrea Belcastro

Paolo ha novantuno anni e narra della sua vita al nipote come avesse vissuto il mondo e il tempo tutti. Eppure, Carloforte è la sua realtà, la sua isola: la dove tutto comincia, la dove tutto finirà.

La lavorazione della castagna di Giovanni Borrini. 

Fuori concorso saranno presentati: La testa di Francesco Tassara, e  “Fai la differenzia(ta) corto animato realizzato dalla scuola primaria di Monzone. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: